TRAILER DI INFINITY WAR – GLI AVENGERS VS L’UOMO PONGO

di Alessandro Sivieri

“Quando tieni in equilibrio l’universo non pensi al divertimento… ma questo riesce a farmi sorridere.” dichiara Thanos mentre con nonchalance aggiunge Gemme al suo Guanto e semina devastazione. Dalle premesse il divertimento abbonderà anche per gli spettatori, forse fino all’indigestione.

thanos-infinity-gauntlet-1061668.png

Infinity War, prima parte del dittico che termina le peripezie degli Avengers, è diretto dai fratelli Russo, gli stessi dietro agli ultimi due episodi di Captain America, che si sono distinti per l’azione ben girata e i toni seriosi rispetto allo standard della Disney. Questa pellicola rappresenta il culmine di 10 anni di avventure nell’universo cinematografico Marvel e mette in campo un’impressionante schiera di eroi, forse troppi da gestire, anche per due film che potrebbero durare più di 2 ore e mezza ciascuno. Auspichiamo che la scrittura riesca a tenere insieme la famiglia allargata dei Vendicatori, oltre a creare tensione drammatica: il trailer è spettacolare e abbonda di toni apocalittici a cui però la produzione ci ha già abituato. Anche Age of Ultron sembrava un film maturo, mentre si è risolto con il robot intepretato da James Spader a sfornare battute e buscarle di santa ragione. Da sempre la Marvel ha una debolezza cronica sui villain e si sente il bisogno disperato di un cattivo che riesca finalmente a piegare gli Avengers.

Il Thanos di Josh Brolin (molto somigliante all’attore nonostante la CGI) sembra il candidato perfetto, e se la sua profondità e la sua potenza rispetteranno anche minimamente i canoni del fumetto, i nostri eroi se la vedranno brutta. Il suo scopo è infatti collezionare tutte le Gemme dell’Inifinito per ottenere l’onnipotenza, cancellare mezzo universo e conquistare così l’amore della Morte. O meglio, su carta era così. Quali che siano gli scopi del Titano Pazzo, la sua presenza scenica acquisisce l’agognato primo piano. Tra una frase e l’altra sull’ineluttabilità (che già lo rendono più complesso del 90% dei suoi predecessori), non ha alcun timore dei Vendicatori, tanto da girare senza armatura e pestare Iron-Man (Robert Downey Jr.) e Spider-Man (Tom Holland) con la mano sguantata. Nonostante ciò, l’arma più temibile del Thanos cartaceo è sempre stata la conoscenza e speriamo che il film gli renda giustizia, perché è alto il rischio di ritrovarci con un orco violaceo che alla fine si fa raggirare dai protagonisti in modo ridicolo. Non aiuta il fatto che senza l’elmo sembri un gigantesco Uomo Pongo, ma la fisionomia austera e il timbro vocale di Brolin gli vengono in soccorso.
u6vw0e3cwe14mcoiuf8m.jpg

È inevitabile che in un film di supereroi vi sia un finale vittorioso, ma gradiremmo che questa battaglia, che dovrebbe mietere un po’ di vittime a fine contratto, abbia come risultato un epilogo più amaro, sulla falsariga di Watchmen, dove gli eroi sopravvissuti sono alle prese con un mondo completamente cambiato (che poi sarebbero i piani della Marvel). Fortunatamente questo è il primo dei due film e la direzione intrapresa dagli sceneggiatori ha un certo margine di imprevedibilità. Dal trailer sappiamo che Thanos conquista qualche Gemma prima di arrivare sulla Terra, dove verrà combattuta una guerra su più fronti. Una di queste avverrà a Wakanda, nel regno di Black Panther (Chadwick Boseman), e la carica dei due schieramenti contrapposti ha un po’ il sapore del Signore degli Anelli. Davvero Thanos ha bisogno di un esercito di mostri quando l’esercito è lui stesso? Per avere risposte dovremo aspettare altri sei mesi, ma abbiamo una lista di richieste senza possibilità di negoziato (in barba al Dottor Strange): che la comicità non rovini tutto; che qualcuno tiri le cuoia per davvero; che il villain non diventi un ebete di pongo; che la parola “fine” sia autentica.

PS: siamo un po’ delusi dalla mancanza di un paio di scene del trailer leakato tempo fa, tra cui Tony Stark che assiste un Peter Parker malconcio e Thanos che, scazzatissimo, decide di frantumare un pianeta e lanciarlo contro i nemici.

 

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Austin Dove ha detto:

    speriamo bene ^^
    ormai però questi film li guardo sempre più raramente: non sono maturi e alla fine la storia è sempre la stessa

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...