ARCHEOSTORIA DEL MOSTRO: II KRAMPUS

di Giovanni Siclari

copertina

“Se no te sarà bon, te ciaperà el Krampus”

Con questa ammonizione, probabilmente di un genitore rivolto al figlio, ci inoltriamo alla scoperta di una figura mostruosa particolarmente interessante che è profondamente legata al mondo cristiano ma anche al mondo pagano: stiamo parlando del Krampus, il diavolone dalle fattezze caprine che terrorizza i bimbi cattivi.

krampus.jpg

Quando si tratta di disciplinare i comportamenti dei bambini, specialmente sotto le feste di Natale, si usa ricorrere a delle docili minacce che rischiano di mettere a repentaglio la conquista del tanto agognato regalo. Basti pensare a frasi come “se non ti comporti bene Babbo Natale non ti porta nulla e i tuoi regali li porta ai figli del vicino“ oppure “occhio che se fai così, quando passa la Befana ti porta solo carbone nella calza “. Ebbene oltre alle lievi minacce, possono aggiungersi anche peculiarità più minacciose ai vari portatori di doni.

SANTA-LUCIA-ASINO-640x371.jpg

Mi viene da pensare alla Santa Lucia, tanto attesa dai bimbi delle zone del Veneto e della Lombardia orientale, che la notte del 13 dicembre passa nelle case dei bambini, seguita dal fedele asinello, a portare i regali o il carbone. L’elemento terrificante di Santa Lucia risiede nel fatto che, se un bambino dovesse disgraziatamente essere sveglio durante il suo passaggio e riuscisse a vederla, la santa non si farebbe scrupoli a lanciare negli occhi del bimbo della cenere che, sfortuna per lui, gli causerebbe una cecità perpetua. Questo perché Santa Lucia è la santa legata alla vista e la sua tragica storia la vede subire la cavatura degli occhi da parte dei romani. Una versione più tremenda della festa di Santa Lucia vuole che la santa vada in giro con un piattino dove sono deposti gli occhi che le sono stati cavati.

santa-lucia.jpg

Comunque sia lasciamo da parte le vicende della santa acciecata per parlare invece dei Krampus. Cosa c’entrano questi con diavoloni con i santi? Tutto inizia con San Nicola, il santo dei primi secoli del Cristianesimo, perseguito dall’imperatore Diocleziano e poi liberato da Costantino.

http_%2F%2Fo.aolcdn.com%2Fhss%2Fstorage%2Fmidas%2F881f8f22122497f4793ed50da3bfe5b0%2F205744453%2Fsan+nicola.JPG

San Nicola di Bari, la cui festa cade il 6 dicembre, è particolarmente festeggiato nelle zone dell’arco alpino: Trentino-Alto Adige, Friuli-Venezia Giulia, Austria e Baviera. Durante la festa, San Nicola sfila per le strade distribuendo doni ai bambini buoni e carbone a quelli cattivi, inoltre deve intervenire a fermare i Krampus irrequieti, che scorrazzano per la città urlando, rincorrendo i bambini e spaventando tutti. Col calar delle tenebre, i Krampus diventano ancor più incontrollati dato che San Nicola scompare. È lo sfogo delle forze incontrollate del male, che vanno alla ricerca dei bambini cattivi ora che l’intervento del santo non c’è più.

saintkrampus-960x600.jpg

Ma qual è l’origine di questa festa? Come ogni storia, l’origine si perde nel tempo ed è difficile indicare il punto preciso del suo avvio. Sicuramente possiamo dire che siamo nel contesto delle comunità montane alpine, dove l’accesso alle risorse era relativamente limitato e ogni momento di crisi metteva a repentaglio la sopravvivenza della comunità. Probabilmente fu proprio durante una di queste crisi che dei ragazzi si travestirono con ciò che avevano a disposizione (pellame caprino, corna, piume ecc.) per andare a saccheggiare delle loro provviste i paesi vicini.

krampus1.jpg

Tra questi ragazzini mascherati prese forma anche il diavolo, che assunse le fattezze caprinoformi per meglio inserirsi nel gruppo. A tradirlo però furono gli zoccoli da capra e i ragazzi, intimoriti, chiesero l’intervento di San Nicola. Questi riuscì a sconfiggere il diavolo e a esorcizzare la sua presenta grazie alla sua santità. I ragazzi, sempre travestiti da caproni, tornarono in città seguiti da San Nicola, scorrazzando per la città disciplinando i bambini cattivi. A San Nicola il compito più felice di donare gioia ai bimbi buoni con regali e dolcetti.

Baker_art-e1417721320564.jpg

Evidenti sono gli elementi cardine di questa storia dal punto di vista teologico: solo la santità e la rettitudine possono sconfiggere il male (ed è un tema ricorrente in quasi tutte le vite dei santi). Dal punto di vista sociale invece ci si avvale della figura del mostro per incutere timore nelle giovani generazioni, scoraggiandone quei comportamenti socialmente devianti come il saccheggio e il furto, promuovendo invece comportamenti socialmente accettati che portano infine al premio che si concretizza con il regalo da parte di San Nicola, esempio di santità e rettitudine.

5221355353_5377767be9_b.jpg

Cari amici di Monster Movie, anche per oggi dobbiamo salutarci, vi aspetto al prossimo articolo. Intanto ricordatevi di essere buoni o i krampus verranno a bastonarvi e a creare scompiglio nelle vostre vite.

Krampus (Blu-Ray) 9,99€

61t2GXYvWTL._SL1000_.jpg

Funko Krampus – Pop Vinyl  Krampus 15,68€

71h87F8cByL._SL1200_.jpg

Un commento Aggiungi il tuo

  1. Austin Dove ha detto:

    bell’articolo^^
    volevo consigliarti krampus e invece ho trovato il dvd da comprare a fine articolo xD

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...