5 TRASH MOSTRUOSI – UN VIAGGIO TRA I FILM PIÙ BRUTTI DI SEMPRE

5 TRASH MOSTRUOSI – UN VIAGGIO TRA I FILM PIÙ BRUTTI DI SEMPRE

di Alessandro Sivieri

Con il cinema mi comporto come a tavola: mi piace mangiare di tutto, dai piatti fighetti con due foglie di lattuga, tortino salato gourmet di vattelapesca e una composizione floreale di carotine, a quelli salutari e gustosi da trattoria, fino ad arrivare alle peggiori schifezze unte e sfrigolanti da fast food di periferia. Voglio avere una comprensione esauriente di cosa realmente sia il cibo, a volte facendomi del male. Per la serie: non c’è conoscenza senza sofferenza (o comunque senza colesterolo alle stelle e sommosse intestinali).

jj

Noi di Monster Movie Italia, a volte, i fighetti un po’ li facciamo, ma questo perché crediamo seriamente nella rivalutazione/nobilitazione del genere in questione. Non possiamo però dimenticare quelle produzioni brutte all’inverosimile, le leggende del trash, quegli avanzi di videoteca anni ’90 che hanno conquistato una seconda vita nella sottocultura internettara.

Il film oggettivamente bello (quindi con valori di produzione evidentemente alti) può essere il kolossal ben confezionato da un autore di grido o una pellicola a bassissimo budget che però ha una direzione artistica e idee da vendere. Accanto a queste tipologie abbiamo il film brutto, che può essere realizzato in modo volutamente assurdo (vedi la serie di Sharknado della Asylum) oppure qualcosa di molto, molto peggiore: la produzione che ai pochi mezzi affianca una totale inettitudine e mancanza di senso, la cui bruttezza involontaria può renderla, a seconda dei gusti dello spettatore, un piccolo cult o un’agonia indescrivibile. Io mi posiziono con la prima categoria, quella dei folli cultori del trash che, dopo aver sentito parlare di certi “tesori” nei meandri del Web, sono andati prontamente a cercarli. Ma non siamo solo attratti dall’ignoto, siamo anche nostalgici. Se da ragazzini andavamo da Blockbuster con la fantastica possibilità di portare a casa qualche schifezza di serie Z, allora è davvero finita: ora che siamo grandi vogliamo rivederla.

2015-07-23 10_53_19

Ecco quindi uno sparuto campionario di vecchie pellicole la cui bruttezza viene tutt’oggi celebrata da una ristretta cerchia di accoliti e da sventurate comitive di giovani fancazzisti, quelli che vogliono scollegare il cervello e avere qualche immagine d’accompagnamento per la gara di rutti e scorregge pomeridiana.

Vi avverto, però: non per tutti il trash all’ennesima potenza può diventare sublime.

MONSTER – ESSERI IGNOTI DAI PROFONDI ABISSI (1980)

Se vi piacciono i lucertoloni arrapati pieni di alghe, questo è il film che fa per voi. Mettetevi comodi e godetevi la storia di un villaggio di pescatori dementi che viene invaso da una torma di mostri marini antropomorfi, pronti a devastare ogni cosa e ingroppare tutte le donne presenti per riprodursi. Preparatevi a un tripudio di attori penosi, scene di sangue e piacevoli nudi femminili che fa da contorno ai veri protagonisti: i mostri anfibi, ovvero i cugini scemi degli uomini pesce di One Piece e dell’equipaggio di Davy Jones, dei poveri cristi in costumi tanto ridicoli quanto ingombranti.

Untitled-1

Scusate la volgarità, ma camminano come se si fossero cagati addosso. Questa invasione di uomini-pesce mi ricorda molto alcuni racconti lovecraftiani come La maschera di Innsmouth, anche se di orrore cosmico qui non c’è traccia. Però vi farete un sacco di risate, perché le scene cult non mancano (come i goffi ingroppamenti e un parto sanguinoso alla Alien). E mi raccomando, se una ditta locale scarica salmoni imbottiti di steroidi nei vostri acquitrini, preparatevi al peggio.

TROLL 2 (1990)

“Ma il primo dov’è?”, vi chiederete. Per un biglietto di sola andata nel circo del grottesco basta già questo episodio, diretto da Claudio Fragasso (un professionista delle trashate direct-to-video) e riconosciuto come uno dei peggiori film di sempre. Innanzitutto qui non c’è traccia di troll. I mostri sono dei goblin vegetariani. Avete capito bene, sono esseri dai costumi pateticamente brutti che trasformano le loro vittime in piante per poi mangiarsele, in una folle crociata veganoide con streghe che possono essere sconfitte mangiando hamburger: a volte è il cibo spazzatura a salvarci la vita!

5

La storia (se così volete chiamarla) è quella della solita, pallosa famiglia americana che decide di trascorrere le proprie vacanze nella cittadina di Nilbog (“Goblin” al contrario, che fantasia!), dove verrà in contatto  con dei mostruosi abitanti affamati di insalata, e dovrà salvarsi le chiappe con l’aiuto di un nonno fantasma. La recitazione tocca vette davvero eccelse, non per niente buona parte del cast è composta da mormoni che abitavano nei paraggi. Su YouTube non avrete difficoltà a trovare le scene migliori. Promemoria per i bambini: non fatevi offrire gelati verdi da un prete.

CARNOSAUR – LA DISTRUZIONE (1993)

Cito testualmente da Wikipedia: il film fu girato in una settimana pur di uscire nelle sale prima di Jurassic Park. Non basta questo ad allettarvi? Devo per forza tirare fuori polli geneticamente modificati e manifestanti legati alle ruspe? Ah, poi ci sono loro, gli pseudo-dinosauri che fanno strage di innocenti: scordatevi i miracoli di Spielberg, questi esseri pupazzosi sono credibili quanto una minaccia della Corea del Nord.

MSDCARN EC008

È come se Godzilla avesse violentato un fagiano per generare dei figli cerebrolesi. Tra un tizio divorato e l’altro, rimarrà nella vostra memoria la scienziata pazza creatrice dei dinosauri, intenzionata a distruggere l’umanità con i suoi pargoli: non solo sciorina una sequela di termini pseudo-scientifici e supercazzole, ma veniamo a scoprire che è stata lei stessa a deporre le uova!!

XTRO 2 – IL RITORNO DELL’ALIENO (1991)

C’era una volta un regista di nome Harry Bromley Davenport. Costui ha realizzato tra gli anni ’80 e ’90 una trilogia piuttosto trash sugli alieni. Il film in oggetto è il secondo episodio, definibile anche come “Alien per rincoglioniti”. Ci sono parecchio affezionato, dato che da piccolo l’ho visto a noleggio. La storia e il mostro sembrano davvero presi di peso dal capolavoro di Ridley Scott e dal seguito di James Cameron, ovviamente ridotti a una dimensione grottesca e casereccia: in seguito a un’esplorazione interdimensionale Xtro2finita male, una base militare segreta viene occupata da uno spietato alieno che, come il cosplayer povero dello Xenomorfo, sfonda il torace di una tizia, si nasconde nei condotti d’aria e ammazza le vittime una dopo l’altra. I coraggiosi sopravvissuti ingaggiano una caccia di stampo action, anche se le sequenze che dovrebbero essere tali risultano scialbe, anche in virtù della gommosa ingombranza del mostro. Menzione speciale per gli attori che, nel tentativo di sfoderare espressioni contrite, superano in bravura un William Shatner ubriaco. Questo forse è il film meno divertente della lista, ma se siete feticisti delle produzioni-fotocopia, troverete pane per i vostri denti.

SHARK ATTACK 3 – MEGALODON (2002)

Chiudiamo con un titolo abbastanza recente, un clone de Lo squalo di Spielberg in salsa paleontologica che tocca davvero l’apice. Il succo è sempre lo stesso: non inquinate i mari con l’elettrosmmegalodon-eats-raft-people-oog (?), altrimenti alcuni squali preistorici emergeranno dagli abissi per fare mattanza di bagnanti. Qui abbiamo tutti gli ingredienti per la cafonata, tra cui scene
prese da documentari (intervallate a riprese ravvicinate con fantocci) e passeggeri in preda al panico che si tuffano nelle fauci del mostro, che poi arriva a ingoiare intere imbarcazioni. Ah, non vi ho detto la parte migliore: lo squalo grugnisce. Sì, proprio così. Anche se sembra più un barbone che vomita sott’acqua.

Questo è il campionario che ho deciso sadicamente di proporvi. Come al solito sono consapevole di aver lasciato fuori innumerevoli perle, ma purtroppo le righe finiscono in fretta. Sono quindi in attesa del vostro aiuto: invocate i vostri trash preferiti (sempre se non vi vergonate di averli visti).

Monster – Esseri ignoti dai profondi abissi / Humanoids from the Deep ( Roger Corman Presents ‘Humanoids from the Deep’ ) [ Origine Olandese, Nessuna Lingua Italiana ]

Troll 2 (Troll 2) – 1990 [Edizione: Spagna]

Carnosaur I & II [Edizione: Francia]

Shark Attack 3-Megalodon [Edizione: Germania]

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...