Il DARTH VADER di ROGUE ONE è il più FIGO di sempre

Il prequel messo a confronto con la trilogia originale.

di Alessandro Sivieri.

Darth Vader Anakin senza maschera fan art

Quando un tizio mascherato riesce a rendersi memorabile anche con pochi minuti di screen time, capisci subito perché viene considerato il miglior cattivo della Storia del cinema. In Rogue One, episodio apocrifo di Star Wars (leggetevi la nostra recensione), ci viene mostrato un Darth Vader in rispolvero, con il ritorno di James Earl Jones a dargli voce, ed è subito magia. Non è l’antagonista principale del film, è più una minaccia collaterale la cui presenza viene dosata per non oscurare il direttore Krennic di Ben Mendelsohn. Una mossa che si è rivelata vincente: Vader (Fener in italiano) è tornato a fare paura, ed è un traguardo importante se consideriamo i decenni trascorsi dalla trilogia originale. Le nuove generazioni di spettatori sono cresciute in un contesto differente, dove il nostro cattivo si era pian piano svalutato, perdendosi nei meme e nel cazzeggio internettaro.

Darth Vader funny fan art

Come a voler rispondere alle infinite parodie e citazioni, la produzione del film di Gareth Edwards ha scelto di non abusare del personaggio, di farlo apparire col contagocce in modo da mitizzarne ulteriormente la figura e metterne in risalto il carisma. Una piacevole sorpresa per chi temeva di ritrovarlo spogliato della sua grande presenza scenica. A questo punto è necessario reivocare tutte le apparizioni di Vader negli episodi della saga (escludendo Anakin nella sua fase Jedi) per comprendere l’ottimo lavoro svolto in Rogue One.

Darth Vader in una scena di Rogue One

“Stai attento a non soffocare nell’epicità, caro fan di Star Wars.”


Una nuova speranza (1977)

Darth Vader soffocamento in Episodio 4

Il classico, l’episodio di apertura che ridefinirà il concetto di avventura sci-fi. A differenza di Kylo Ren (Adam Driver), il Vader che incontriamo qui è già un cattivo maturo, spietato e potente. Ma è ancora un outsider, non brilla di luce propria per via del complesso rapporto con il governatore Tarkin (Peter Cushing). Eppure viene presentato per primo, ne intuiamo immediatamente l’importanza e il potenziale. Non ha scontri risolutivi con il trio protagonista (Han, Luke, Leia) ma bastano 3 scene magistrali a definirlo: l’assalto iniziale alla nave ribelle, le minacce a un ufficiale dell’Impero che lo aveva schernito e il duello con l’anziano Obi-Wan Kenobi (Alec Guinness), dove purtroppo la coreografia sente il peso degli anni. Capiamo subito che è una minaccia estrema, che ha carisma da vendere e che possiede poteri oltre l’umana comprensione. Vader sopravviverà alla battaglia decisiva dopo un inseguimento a bordo del suo caccia, pronto a prendersi la rivincita.

Darth Vader contro l'anziano Obi-Wan


L’impero colpisce ancora (1980)

Darth Vader scena cruciale ne L'impero colpisce ancora

Da molti fan è considerato l‘episodio migliore del franchise galattico. Qui Vader acquisisce una complessità maggiore. Ha uno scontro memorabile con Luke Skywalker (Mark Hamill), dove assistiamo alla rivelazione che ne cambia la natura, elevandolo dalla scontata nomea di villain: un legame parentale con il protagonista. È l’inizio del suo complesso rapporto con il figlio Luke, che lo riporterà sulla strada del Bene. Nel corso del film ne vengono mostrati ulteriormente i poteri e il carattere spietato: devia un colpo di blaster con la mano, uccide a sangue freddo sottoposti che lo hanno deluso e fa sfoggio della sua telecinesi.

Darth Vader ne L'impero colpisce ancora


Il ritorno dello Jedi(1983)

Darth Vader ne Il ritorno dello Jedi scena finale

Il capitolo conclusivo dove Vader sacrifica se stesso per salvare il figlio. Questa volta divide la scena con l’imperatore Palpatine (Ian McDiarmid), il suo maestro, ben più subdolo e malvagio di lui. In questo episodio Vader appare per la prima volta insicuro, è più combattuto che mai. Le pressioni di Luke lo portano lentamente verso la redenzione, dove sarà in grado di recuperare la propria umanità e morire in pace (non senza un altro avvincente duello). Vediamo per la prima volta l’uomo dietro la maschera (o ciò che ne rimane), al timore reverenziale subentra un senso di pietà per il suo passato e le sue condizioni fisiche. Ma il suo atto eroico, che risparmierà al figlio l’obbligo di uccidere, lo rende quasi un martire. Ne Il ritorno dello Jedi non ci si riferisce a Luke, ma ad Anakin: è lui a essere tornato.

Darth Vader senza maschera ne Il ritorno dello Jedi


La vendetta dei Sith (2005)

Anakin diventa Darth Vader

Eravamo dubbiosi sull’inclusione di questo episodio. Nel finale assistiamo alla trasformazione fisica di un Anakin sconfitto, mutilato, privo di senno. La celebre armatura ne copre le ferite e negli ultimi istanti scatena i suoi poteri, in preda all’ira e al dolore, piangendo la morte di Padmé Amidala (Natalie Portman), causata dalla sua ira. L’aspetto è quello definitivo, ma la personalità Vader non è ancora subentrata a quella di Anakin.

Anakin bruciato da Obi-Wan ne La vendetta dei Sith


Rogue One (2016)

Ingresso di Darth Vader in Rogue One

In questo spin-off bellico, che ci ha piacevolmente stupiti, Vader torna con tutto il suo carisma di cattivo di serie A. Sono due momenti a mandarci in estasi: quello dove umilia il direttore Krennic e l’assalto alla nave ribelle per recuperare il maltolto. La prima ci fa rivivere con poche battute il suo sarcasmo senza pari, le sue minacce beffarde: “Stia attento a non soffocare nelle sue aspirazioni, Direttore”, il tutto mentre soffoca Ben Mendelsohn con la Forza. Nell’epilogo alcuni soldati ribelli vengono sterminati senza pietà. In un corridoio buio, la prima cosa che vedono con gli occhi sgranati è il bagliore della spada laser, che illumina parzialmente le fattezze di Vader. Il quale entra in azione, trucidandoli tutti da solo. In un’atmosfera da horror lo incontriamo nel pieno delle sue forze, con una coreografia e una fotografia moderne. Pochi secondi che bastano a farlo tornare una perfetta e inarrestabile macchina di morte.

Darth Vader stermina i ribelli

A livello di introspezione psicologica i film della trilogia originale hanno fatto di meglio, ma questo parziale ritorno ha il sapore più epico, complice l’effetto nostalgia. Torniamo a stupirci come un tempo per un personaggio di cui conosciamo già vita, morte e miracoli, e ci spiace quasi che rimanga sullo schermo per così poco tempo, ma è giusto così, perché una presenza prolungata rischiava di farci riabituare al vecchio Sith. Rogue One non ci avrà regalato il Vader più profondo, ma senz’altro quello più figo, in una sintesi di malvagità e forza bruta.

Per saperne di più su Vader e il Lato Oscuro, vi ricordiamo il nostro Bestiario con i 15 Signori dei Sith più potenti.

Darth Vader nella nave ribelle

Rogue One: A Star Wars Story (Blu-Ray 3D + 2D Steelbook)

Blu-ray di Rogue One

Star Wars – La Saga Completa (9 Blu-Ray)

Saga completa di Star Wars

Hot Toys Movie Masterpiece – Star Wars Episode IV A New Hope: Darth Vader

Darth Vader della hot toys

3 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.