JURASSIC WORLD 2 – LE TEORIE SU MAISIE IBRIDA

il

Le nostre speculazioni sulla nipote di Lockwood in Fallen Kingdom.

di Alessandro Sivieri

Abbiamo già abbondantemente parlato di quanto Fallen Kingdom ci sia piaciuto. L’impronta di Bayona ha svecchiato la formula e calato i nostri amati dinosauri in contesti inediti, aprendo snodi percorribili per gli episodi futuri. A una prima parte dimenticabile e ricca di cliché si sostituisce una seconda parte dark e matura, dove i protagonisti devono vedersela con l’Indoraptor. L’esperienza è arricchita da un plot twist solo apparentemente secondario e che nessuno si aspettava, riguardo la natura della piccola Maisie (Isabella Sermon), nipote dell’ex-socio di John Hammond. La bambina vive con il nonno e non ha mai conosciuto la mamma, essendo quest’ultima morta a causa di un incidente anni prima. Verso la fine veniamo a sapere che Maisie è in realtà un clone di sua madre. Lockwood, affranto per la perdita della figlia, ha sfruttato la medesima tecnologia del Jurassic Park per crearsi una nipote praticamente identica all’originale.

claire-and-owen-team-up-with-maisie-in-the-third-act-of-jurassic-park-fallen-kingdom.jpeg

In una saga dove le riflessioni sulla bioetica sono centrali, arriva un’altra mazzata a livello narrativo. Un tempo ci si chiedeva se fosse lecito riportare in vita una specie estinta; in seguito erano sorti dubbi sulle creature ibride; ora si va oltre, presentandoci una persona artificiale, l’ombra di una donna che non c’è più. Maisie è un caso senza precedenti, avendo molto più in comune con i dinosauri de-estinti che con gli esseri umani. Invece di essere concepita, è stata progettata a tavolino e deve fare i conti con un mondo che non conosce e che non sembra avere un posto per lei. La piccola, giustamente sconvolta, è entrata sotto l’ala protettrice di Owen (Chris Pratt) e Claire (Bryce Dallas Howard), ma siamo certi che non sia completamente al sicuro e che come personaggio abbia ancora molto da dire, rivelandosi determinante per la saga. Ora analizziamo le implicazioni dell’esistenza di Maisie e cerchiamo di esplorare la sua natura, che potrebbe celare dei segreti.

LA MADRE DI MAISIE
bfc9c9ba-460d-4789-b18e-c77886ef0ecf-30592279_208644203072208_754351661979271168_n.jpg

Essendo un clone, Maisie non ha mai conosciuto la madre, che a detta del malvagio Eli Mills (Rafe Spall) è deceduta in un incidente stradale. Da una vecchia foto dell’album di Lockwood (James Cromwell) emerge che la piccola è praticamente uguale a sua mamma, data la manipolazione genetica utilizzata per darle vita. Non abbiamo informazioni più precise sulla madre, inclusi dati biografici come la professione, ma durante una conversazione, l’anziano Lockwood conferma che la madre di Maisie visitò il Jurassic Park almeno una volta prima di morire. In seguito alla tragedia, Lockwood sfruttò la medesima tecnologia dei dinosauri per clonare la figlia e far nascere Maisie, arrivando a litigare con il socio John Hammond (Richard Attenborough), che per ragioni etiche non concepiva l’uso di tali tecniche sull’essere umano, in particolare per una questione così intima. Ma se ci fosse di più? Se la madre di Maisie fosse legata al progetto Jurassic Park in modo più profondo e fosse morta a causa di un incidente proprio nel parco? Questo aggiungerebbe alcuni tasselli al puzzle, motivando più chiaramente il dissenso tra Lockwood e Hammond.

IL LEGAME CON L’INDORAPTOR

jurrassic-world-fallen-kingdom.jpg

Svariati fattori ci fanno intuire che non solo Maisie è un clone, ma che potrebbe contenere DNA non umano, rendendola a tutti gli effetti un ibrido come l’Indominus Rex e l’Indoraptor. Proprio quest’ultimo, nell’atto finale del film, dà la caccia alla ragazzina, instaurando con essa un rapporto simile a quanto visto in Alien 3 e Alien Resurrection, dove gli Xenomorfi risparmiavano la vita a Ripley (Sigourney Weaver), considerandola un membro della propria specie o un importante mezzo di riproduzione. L’analogia trova riscontro anche negli shot ravvicinati durante la sequenza della cameretta, dove l’Indoraptor sembra studiare la piccola senza alcuna fretta di ucciderla. Avrà forse riconosciuto in Maisie un proprio simile? È possibile che per clonarla non fosse sufficiente il genoma della madre,  rendendo necessaria l’aggiunta di DNA estraneo? Nel caso fosse di dinosauro o di un anfibio (come nella prima pellicola), ciò farebbe di Maisie l’anello di congiunzione tra umani e lucertoloni, una sorta di Homo Saurus. Insomma, una rettiliana!

IL FUTURO

La fuga dei dinosauri dalla tenuta di Lockwood e l’acquisizione degli embrioni da parte di compratori anonimi ha aperto a scenari imprevedibili. L’umanità dovrà imparare a convivere con queste creature e nuovi incroci genetici si affacciano all’orizzonte, specie se consideriamo che il dottor Wu (BD Wong) è ancora in circolazione. Anche la giovane Maisie, sotto la custodia temporanea di Owen e Claire, potrebbe avere un ruolo chiave nei prossimi sviluppi. Essendo un clone con possibili caratteristiche ibride, non è difficile immaginare uno scenario dove qualche agenzia senza scrupoli le dà la caccia, un po’ come X-23 (Dafne Keen) in Logan. Il suo DNA potrebbe contenere oscuri segreti e succulente opportunità, come un modo per controllare gli ibridi, una cura miracolosa o uno sbocco evolutivo. Non è un caso che Lockwood la tenesse accanto a sé in ogni momento, limitandone i contatti con il mondo esterno (escludendo il movente affettivo), come ci insospettisce che Mills volesse a tutti i costi diventarne il tutore legale. Qualunque sia la verità, Maisie ha un grosso peso sulle spalle ed è un’estranea per la sua stessa specie. Riuscirà la coppia protagonista a darle quella famiglia che le è sempre mancata?

jurassic-world-Wu-end-movie.jpg

In attesa del terzo capitolo, le speculazioni non si placano, e noi di Monster Movie rimarremo attivi al riguardo, raccogliendo voci da ogni angolo del Web.

Abbiamo in cantiere un’iniziativa riguardo Jurassic World 3 e Colin Trevorrow, quindi continuate a seguirci, perché ne vedrete delle belle.

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...