PREDATOR – IL BESTIARIO DELLA SAGA

di Alessandro Sivieri

bestiari cover

Il format dei bestiari ha preso piede in terra mostrofila grazie all’entusiasmo di voi fan e noi autori siamo sempre più impegnati a produrre ciò che vi piace (e che noi per primi vorremmo leggere). Abbiamo dedicato un’infinità di articoli alla saga di Alien, tornata in auge sul grande schermo per mano dello stesso Ridley Scott (che non riuscirà mai a replicare il capolavoro del 1979). Ma se lo Xenomorfo è probabilmente il mostro più terrificante mai apparso, non possiamo scordarci il suo storico avversario, il Predator, che avrà un reboot firmato da Shane Black in uscita l’anno prossimo. Lo spietato cacciatore alieno, figlio dei testosteronici anni ’80 in cui malmenava Schwarzenegger, si è scontrato più volte con gli Xeno nei fumetti della Dark Horse e in una moltitudine di videogame, fino ad arrivare a un paio di crossover cinematografici poco riusciti.

xpredator4.png.pagespeed.ic.DDL-BRXMWv

La razza degli Yautja è tanto temibile quanto affascinante, vuoi per le armi letali, per la cultura che unisce il tribale al tecnologico o per il particolare senso dell’onore.

predators_submission_by_xandervanduijvenbode

I Predator sono nati per cacciare e la loro intera esistenza si basa su prove di valore e combattimenti contro creature sempre più pericolose per ottenere trofei. Oltre a essere meglio equipaggiati e fisicamente superiori rispetto agli umani, sono anche piuttosto brutti (un po’ come Kylo Ren quando si toglie maschera). Negli anni abbiamo incontrato svariati individui della razza Yautja, ognuno con le sue peculiarità ed esperienze. È giunto quindi il tempo di guardarli più da vicino (senza farsi strappare la spina dorsale).

JUNGLE HUNTER
Jungle1

Il primo, l’intramontabile, il modello per tutti i cacciatori che verranno dopo. Jungle è il classico Predator sportivo che si fa una gitarella sul nostro pianeta in cerca di esseri umani pericolosi da sconfiggere e trasformare in trofei. Nonostante la potenza delle sue armi (un paio di lame da polso acuminate e un cannone al plasma) preferisce l’approccio stealth, sorvegliando le prede da lontano con la sua visione termica. Oltre a un corpo robusto e ai capelli simil-dreadlock, il suo volto presenta un aspetto mostruoso, con due mandibole addizionali separate.

Jungle2

Nonostante la sua stazza, ben superiore al già colossale Schwarzenegger, si muove agilmente tra gli alberi nel silenzio più totale. Una volta avvicinatosi abbastanza colpisce senza farsi notare, ma in casi eccezionali (tipo avversari meritevoli) non disdegna un sano combattimento corpo a corpo, dove fa valere la sua forza fisica. Può sopportare ferite da arma da fuoco grazie al suo completissimo kit da pronto soccorso, ma un trauma estremo come un tronco d’albero può toglierlo di mezzo. È proprio la sua tendenza a sottovalutare gli esseri umani e le loro trappole che ne determina la sconfitta. Esce di scena in modo onorevole, utilizzando il suo dispositivo di autodistruzione. 

CITY HUNTER

City1.jpg

Il Predator affrontato dal poliziotto Harrigan (Danny Glover) nella Los Angeles del 1997. City Hunter è leggermente diverso rispetto a Jungle: oltre a un volto più schiacciato e la pelle più scura, possiede diversi gadget tecnologici che lo aiutano a cacciare in un ambiente urbano, che presenta più ostacoli e minacce. Alcune delle sue armi, che rivedremo negli episodi successivi, comprendono il Combistick (una lancia telescopica), lo Smart Disc (un tagliente disco teleguidato), la Speargun (una specie di balestra) e la Net Gun (in grado di lanciare una rete auto-restringente). La sua visione termica ha delle modalità addizionali ed è in grado di replicare il linguaggio umano dopo averlo registrato. Il suo design complessivo è più dettagliato rispetto al primo film, in quanto Stan Winston e il suo team ebbero più tempo a disposizione per lavorare.

City2.jpg

Similmente a Jungle, City Hunter ha un certo senso dell’onore ed evita di fare del male a creature indifese (come una donna incinta). Sfida occasionalmente in duello un avversario che considera degno, in questo caso il tenente Mike Harrigan. Prima di soccombere può sopportare ferite molto gravi, compresa la perdita di un braccio, colpi di arma da fuoco e lacerazioni del suo stesso Smart Disc. Sebbene comparabile a Jungle, sembra fisicamente più debole, dato che quest’ultimo era in grado di malmenare il personaggio di Schwarzenegger senza fare una piega, mentre Harrigan si dimostra capace di sopraffare City all’arma bianca. In caso di perdita della maschera ha bisogno dell’utilizzo sporadico di un respiratore, forse per metabolizzare l’aria inquinata della città o come antidolorifico. Morirà nella nave sotterranea dove dimora il suo clan.

LostHunters

GREYBACK / GOLDEN ANGEL
Grey1

Greyback è un Predator anziano (Elder Predator), capo del clan di cui fa parte City Hunter, chiamato anche Los Angels hunting party o Lost Clan. Ha una lunga esperienza con gli umani, avendo visitato la Terra già nel 1718, incontrando un capitano pirata. Alla fine riconosce il valore di Mike Harrigan e gli risparmia la vita, facendogli inoltre dono di un’antica pistola. Sembra anche in grado di parlare correttamente la nostra lingua. Il suo costume comprende molti elementi utilizzati per Jungle Hunter. Nella versione romanzata del film, è lui a uccidere City Hunter decapitandolo, risparmiandogli la sofferenza delle ferite.

Grey2.jpg

GUARDIAN / GORT
Gort1

Un altro membro del Lost Clan che riceve Harrigan sulla nave e raccoglie il cadavere di City Hunter. Il suo cannone al plasma è posizionato sulla spalla destra, mentre tutti i suoi simili lo portano sulla sinistra. La sua maschera è molto elaborata ed è ispirata a un prototipo non utilizzato per il primo film. Ha anche una notevole somiglianza con quella indossata da Celtic in Alien vs. Predator.

SCOUT / LOST HUNTER
Scout1

Un altro membro del Lost Clan. È probabile che la sua maschera sia la stessa di Jungle Hunter, riutilizzata per l’occasione. Il Predator che appare nel DLC Devastation di Call of Duty: Ghosts è basato in parte sul design di Scout.

BOAR

 Boar1.png

Appartiene al Lost Clan e la sua maschera ha dei tratti rozzi e animaleschi. A differenza dei suoi simili, non porta alcuna arma. La sua apparenza spartana suggerisce che combatta solo a mani nude o che non fosse impegnato in una caccia al momento dell’incontro con Harrigan.

BORG / LOST PREDATOR Borg1.png 

A differenza dei suoi fratelli del Lost Clan non appare mascherato, ma la sua armatura ha tratti cibernetici. Da qui il suo nome, riconducibile alla nota razza di cyborg dell’universo di Star Trek.

HIPPIE / SHAMAN PREDATOR

 Hippie1.jpg

Altro cacciatore di Los Angeles non mascherato. Rispetto agli altri membri del Clan ha i dreadlock notevolmente più lunghi, da qui il suo soprannome. Porta con sé un’arma unica, una lancia diversa dai soliti Combistick.

RAM

Ram1

Il design della sua maschera è diverso rispetto allo standard dei Predator, presentando tratti più tribali e rozzi, similmente a Boar. La sua pelle ha una colorazione particolare, sul blu chiaro.

SNAKE / SHADOW PREDATOR

Snake1.png

Snake ha un aspetto tribale ed è probabilmente abituato alla caccia in ambienti selvaggi, come Jungle Hunter. I suoi capelli sono più corti, la cresta sul suo cranio è molto sviluppata e indossa le pelli degli animali da lui cacciati. Non sembra avere lame da polso ma porta un Combistick sempre con sé. È un membro del clan di Los Angeles.

STALKER / BROTHER BOAR

 Stalker1

Membro presumibilmente giovane del Lost Clan, ha una maschera molto simile a quella di Boar, suggerendo una parentela o correlazione tra i due cacciatori. La sua armatura è molto spartana e non sembra portare un cannone al plasma, forse perché ancora in addestramento.

CHOPPER
Chopper1

Questo giovane Predator è un Young Blood, ovvero uno Yautja inesperto che deve completare un rito di passaggio, dando la caccia a una preda pericolosa e dimostrandosi così degno del titolo di Blooded, che corrisponde all’età adulta. Insieme ai suoi compagni Celtic e Scar si avventura in una piramide dell’Antartico per dare la caccia ad alcuni Xenomorfi, ma verrà ucciso a sangue freddo da Grid, un Alien particolarmente feroce che lo trafiggerà con la coda. Nonostante le schermaglie vittoriose con alcuni umani, Chopper morirà prima di poter dimostrare il suo valore.

Chopper2.png

L’aspetto di Chopper è molto robusto, con maschera e armatura personalizzati. Porta con sé una coppia di teschi decorativi, a dimostrazione del fatto che ha già cacciato sulla Terra in passato. Al posto delle classiche lame da polso porta due lunghe Scimitar fissate agli avambracci, che aumentano il suo raggio d’azione a scapito della mobilità. Come i suoi compagni, non ha accesso a equipaggiamento avanzato e cannoni al plasma, in quanto deve prima meritarseli uccidendo uno Xenomorfo.

CELTIC
Celtic1.jpg

Compagno di Chopper, porta una maschera molto simile a quella di Guardian, oltre che un’armatura pesante e delle lunghe lame da polso. Il suo equipaggiamento comprende anche una Net Gun e una lama cerimoniale, necessaria per uccidere la sua prima preda importante. Nonostante sia un Young Blood è molto forte e capace, in grado di fronteggiare esseri umani armati senza problemi.

Celtic2.png

La sua più grande battaglia è contro Grid, Xenomorfo alfa responsabile dell’uccisione di Chopper. Celtic riesce a dominare il suo avversario per la maggior parte dello scontro, mozzandogli la coda e procurandogli lesioni, perdendo parte dell’armatura e dell’equipaggiamento per via del sangue acido. Proprio quando Celtic sta per vibrare il colpo finale, Grid si libera e lo uccide con le sue fauci retrattili. Il più grande limite di questo giovane Yautja, che arriva a costargli la vita, è proprio la tendenza a sottovalutare l’avversario e abbassare la guardia. La sua eccessiva confidenza va ben oltre gli standard dei Predator, che sono spacconi a prescindere.

SCAR / ALIEN HUNTER

 Scar1.png

L’ultimo membro del gruppo di iniziazione. È anche il più abile, riuscendo a uccidere svariati Facehugger e Droni prima di soccombere contro la Regina, che riesce però a  eliminare collaborando con l’umana Lex Woods (Sanaa Lathan). È l’unico dei giovani Predator a raggiungere il rango di Blooded, sebbene a costo della propria vita e della fecondazione da parte di un Facehugger, che porterà alla nascita del Predalien. Rispetta il codice d’onore della sua razza ed è tollerante verso gli umani in grado di aiutarlo.

Scar2.png

Rispetto ai suoi fratelli è più cauto e concentrato, e se fosse sopravvissuto alla spedizione sarebbe sicuramente diventato uno dei cacciatori più talentuosi della razza Yautja. È uno dei pochi Predator del film a essere visto senza la maschera, che richiama molto l’originale degli anni ’80. Si dimostra capace di utilizzare il cannone al plasma subito dopo averlo ottenuto e porta un’arma personalizzata, lo Shuriken, una sorta di strumento da lancio molto simile allo Smart Disk, che comprende sei lame affilate retrattili. Può essere anche impugnato nel corpo a corpo.

ANCIENT PREDATOR

Ancient1

Incontrato da Lex Woods alla fine di Alien vs. Predator, è simile a Greyback di Predator 2 è svolge il ruolo di capo clan, supervisionando il rito di passaggio di Celtic, Chopper e Scar. Dopo aver riconosciuto in Lex un’umana onorevole, le consegna una reliquia e decolla insieme al corpo di Scar, ignaro del fatto che porta un Chestburster dentro di sé. Come simbolo del suo rango porta un mantello e la sua maschera è finemente decorata. Possiede una lancia che ricorda vagamente il Combistick.

WOLF

 Wolf1

Wolf è un veterano che ha partecipato a molte battaglie, di conseguenza è uno degli Yautja più pericolosi mai apparsi sul grande schermo, in grado di sterminare svariati Xenomorfi e combattere ad armi pari con un Predalien. I due contendenti finiscono per uccidersi a vicenda. Apparso in Aliens vs. Predator: Requiem, si reca sulla Terra in seguito a un segnale d’allarme ed è costretto a eradicare l’infestazione di Alien in una cittadina del Colorado, originata dal Chestburster ibrido nato da Scar.

Wolf2.png

L’esperienza di Wolf con prede letali si deduce in primis dal suo aspetto: ha una mandibola danneggiata, un occhio cieco e il volto sfregiato dall’acido. Nella sua base, oltre a un trono, è presente una numerosa collezione di trofei, armi e maschere. Il suo design è ispirato a City Hunter e Jungle Hunter, e appare molto più snello rispetto agli Young Blood del film precedente, ma questo può essere dovuto all’età avanzata. Oltre a un doppio cannone al plasma e a una pistola energetica da lui costruita, utilizza una specie di frusta, presumibilmente ricavata da una coda di Xenomorfo.

CRUCIFIED PREDATOR

 Cruci1.jpg

Un Predator classico, facente parte del clan di Jungle Hunter. Compare in Predators, seviziato e tenuto prigioniero dal clan rivale dei Super Predator. Pare che questi ultimi corrispondano ai Bad Blood visti nei fumetti e nei videogiochi, ovvero degli Yautja rinnegati che non seguono alcun codice d’onore e uccidono giocando sporco, spesso anche i propri simili. Essendo in inferiorità numerica, Crucified è stato catturato e utilizzato come esca, mentre la sua nave è stata sequestrata.

Cruci2.jpg

Verrà liberato dal mercenario Royce (Adrien Brody) in cambio di un passaggio sulla sua nave, ma arriverà a scontrarsi poco dopo con Berserker, leader dei Bad Blood. Nonostante sia ferito, affamato e disidratato, riesce a tenere testa allo Yautja rivale, assestando qualche buon colpo, ma alla fine viene sconfitto e va incontro a una morte cruenta. Un po’ come Scar, non si fa problemi a collaborare con gli umani che ritiene degni o utili ai suoi scopi.

TRACKER / DOG HANDLER

 Tracker1.jpg

Uno dei tre Bad Blood che, oltre ad aver catturato Crucified, trasportano esseri umani e altre prede pericolose su un apposito pianeta dove svolgono regolarmente battute di caccia. È l’unico esemplare visto finora a fare uso di segugi, gli Hell-Hounds, e si comporta in modo sadico, sfruttando individui morti e feriti come esca per attirare gli altri. Ha una costituzione robusta e la sua maschera è decorata con due zanne ricurve, probabilmente un trofeo di caccia. Usa una sorta di fischietto per comunicare con i segugi e ha delle lame da polso molto allungate, simili alle Scimitar. Morirà in un’esplosione dopo aver ferito a morte lo spetsnaz Nikolai Fedorov (Oleg Taktarov).

HELL-HOUNDS

 Hell1.png 

I segugi utilizzati da Tracker sono di una specie aliena sconosciuta e vengono utilizzati per rintracciare, dividere e sfiancare le prede. Oltre a essere veloci, agili e ricoperti di aculei, hanno una formidabile resistenza ai colpi, sopravvivendo a una scarica diretta di mitragliatrice senza smettere di avanzare. Nonostante il nome, la loro apparenza ha più affinità con i rettili che con i mammiferi (iene), oltre ad avere la pelle protetta da placche ossee.

FALCONER

 Falconer1.png 

Un altro membro dei Bad Blood affrontati da Royce e compagni. È il ricognitore del gruppo e fa uso di un drone ad alta tecnologia, simile a un falco, per esplorare il terreno circostante. La sua maschera è più massiccia rispetto a quelle degli altri e non sembra possedere un cannone al plasma. È probabilmente il più giovane e il più onorevole del gruppo, in quanto sfida apertamente Hanzo (Louis Ozawa Changchien) ad armi pari, utilizzando la lama da polso contro la katana dell’avversario. Dopo una breve schermaglia, i due si uccideranno a vicenda.

BERSERKER / MR. BLACK

 Berserker1.jpg

Il leader del gruppo dei Bad Blood, nonché il più pericoloso e spietato. La sua maschera è decorata con una mandibola scarnificata e i suoi dreadlock sono rossi e neri, così come gli occhi. Quando si toglie la maschera mostra un aspetto simile ma diverso rispetto agli altri Yautja, più rettiliano e con le zanne pronunciate. Non segue alcun codice d’onore e uccide tutto ciò che si muove, arrivando a strappare la spina dorsale a un essere umano ancora vivo.

Berserker2.jpg

È equipaggiato con lunghe lame da polso e con un cannone al plasma multiplo, che ruota come un gatling, consentendogli una maggiore velocità di fuoco. La sua visione termica modificata gli permette di rilevare il battito cardiaco delle prede. Ha anche una forza e una resistenza formidabili, sconfiggendo in poco tempo Crucified (che però era affaticato) e resistendo all’esplosione di diverse granate in piena faccia e a svariati colpi di ascia. Come per molti altri Predator, a determinarne la fine saranno l’arroganza e l’abitudine di sottovalutare l’avversario. Verrà neutralizzato da un colpo di fucile e decapitato da Royce.

RIVER GHOST

 River1.jpg 

Un alieno umanoide collocato dai Bad Blood nella loro riserva di caccia, insieme a Royce e compagni. Presenta un esoscheletro e fattezze insettoidi, con protuberanze ossee sulla schiena la cui utilità è sconosciuta. La sua pelle è abitata da minuscoli organismi con i quali ha un rapporto simbiotico: probabilmente lo mantengono al sicuro da parassiti e altri agenti potenzialmente dannosi. È anche veloce, agile e più forte di un essere umano. Attacca Royce e il suo gruppo credendoli responsabili del suo rapimento, ma verrà ucciso da questi ultimi. Il suo design è basato sulla prima versione del Predator originale, quando doveva essere interpretato da Jean-Claude Van Damme. Il costume, fragile e limitato nei movimenti, venne poi scartato in favore di una soluzione più comoda e dall’apparenza più tecnologica e meno animalesca, a opera di Stan Winston.

Predator II-021.jpg

Questo è tutto, speriamo di avervi intrattenuto con questo squadrone di Yautja, i cacciatori più efficienti dell’universo, il cui stile di vita comprende elementi simili a quello dei samurai e degli spartani. L’anno prossimo uscirà il reboot diretto da Shane Black e noi saremo lì, pronti a vedere in azione il nostro cacciatore preferito senza contaminazioni xenomorfiche, sperando che la produzione non rovini tutto. In occasione del nuovo film è altamente probabile un bestiario espanso o un articolo che analizzi più nel dettaglio le loro abitudini e il loro sistema sociale, quindi restate all’erta. Non saprete nemmeno cosa vi ha colpiti.

Vi invitiamo a inviarci i vostri desideri di bestiari e a supportarci seguendoci sulla nostra pagina facebook MONSTER MOVIE dove sarete sempre aggiornati sul mondo dei mostri cinematografici e inoltre se vi siete persi i precedenti bestiari, potete recuperarli a seguire:

Il bestiario di Bloodborne

Il bestiario dei Pokémon

Il Bestiario di GAME OF THRONES

Il Bestiario di The Witcher 3

Il Bestiario di HORIZON ZERO DAWN

Il Bestiario di STAR WARS (prima parte)

JAWS: Il Bestiario della Saga

TREMORS – IL BESTIARIO DELLA SAGA

Il Bestiario di Starship Troopers

ALIEN – IL BESTIARIO ESPANSO

JURASSIC PARK: Il Bestiario della saga.

Il Bestiario di Dragon Trainer

ALIEN – IL BESTIARIO DEI PREQUEL

FAR CRY: PRIMAL (Guida & Bestiario)

ALIEN – IL BESTIARIO DELLA SAGA

Predator – Trilogy

61NUeECTzbL._SL1024_.jpg

4 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...