LE 5 DONNE MOSTRUOSE – PARTE 4

di Alessandro Sivieri

La patonza salverà il mondo, ma potrebbe anche distruggerlo. Nonostante il caldo estivo torniamo a farvi esplodere il termometro con la nostra rassegna delle femmine monster, a colpi di 5 attrici che hanno incarnato creature sovrannaturali tanto belle quanto pericolose. Altre dive sono pronte a far parte del nostro già affollato memoriale, che comprende nomi del calibro di Scarlett Johansson ed Eva Green.

scarlett johansson hot kis boobs naked

Vi invitiamo a mettervi all’ombra con una bella birra ghiacciata, lontano da occhi indiscreti.

ANGELINA JOLIE – MALEFICENT (2014)

 maleficent-angelina-jolie hot naked

La ex di Brad Pitt è sempre stata una donna affascinante e talentuosa. Nella vita ha affrontato diverse prove, soprattutto fisiche e legate alla salute, ma è sempre riuscita a dare l’immagine della donna forte. Non per niente la ricordiamo in ruoli tosti come quello di Lara Croft, che prossimamente verrà riproposta in un reboot con Alicia Vikander. Il ruolo più classy e fascinoso della nostra Angelina è sicuramente quello di Malefica nell’omonima opera Disney, una sorta di remake/spin-off de La bella addormentata nel bosco. Forte di un make up notevole e di un personaggio che le aderisce alla perfezione, la Jolie trasuda carisma (e zigomi) in ogni fotogramma.

angelina-jolie hot naked bed

La sua Malefica, dalla presenza scenica monopolizzante, è malvagia perché tradita in gioventù dal solito arrivista. Privata delle sue ali e del vero amore, si è trasformata in una strega dai tratti mostruosi, consumata dalla vendetta. Se la pellicola è stata accolta in modo tiepido dalla critica, non si può non essere d’accordo sul fascino della Jolie, fragile e vendicativa allo stesso tempo. Interessante anche il rapporto di surrogato materno che sviluppa con l’Aurora della giovane Elle Fanning (che è venuta su meglio della sorella Dakota). Nonostante l’età e le varie operazioni, Angelina è ancora una bella donna. Promemoria, ragazzi: non seducete e abbandonate una strega cornuta.

Maleficent (Blu-Ray)

71gDiK8fDvL._SL1024_

SOFIA BOUTELLA – LA MUMMIA (2017)

themummy-sofiaboutella-chainedup-sad

L’episodio introduttivo del Dark Universe non ha convinto per nulla (ne parliamo qui), limitandosi a sembrare uno spin-off di Mission Impossible con i mostri. Due ore di Tom Cruise che corre come un centometrista dopato e Russell Crowe che ci regala un Mr. Hyde con la sbronza allegra. Ma non tutto è putrido. Sofia Boutella, algerina, ballerina e performer di tutto rispetto, risplende nelle vesti della principessa Ahmanet, nonostante la produzione non sfrutti pienamente le sue potenzialità. L’avevamo già vista in veste di creatura aliena in Star Trek: Beyond di Justin Lin, e non è difficile immaginare per lei un futuro da Zoe Saldana, che eccelle nell’interpretare personaggi umanoidi, destreggiandosi tra make up e motion capture.

Sofia-Boutella

Torniamo alla nostra Sofia: oltre al viso dai tratti somatici particolari, che non stonano per una nobile egiziana, ha un corpo da mangiare con gli occhi, irrobustito dalla danza. Data l’essenza PG-13 dell’opera di Alex Kurtzman possiamo godere solo in penombra delle sue generose forme, ma la sua aria seducente e l’indole spietata compensano alla grande, donandoci una femme fatale con le bende che avrebbe meritato più spazio, sia per quanto riguarda la backstory che il suo percorso di vendetta. Anche da semi-decomposta, dove la mimica conta più di ogni cosa, si dimostra competente, e con una regia più seriosa non avrebbe faticato a spaventare. Ci sarebbe piaciuto un film più maturo, che accentuasse il contrasto tra il suo aspetto horror/animalesco e quello seducente, ma dobbiamo accontentarci con la speranza di rivedere presto Ahmanet. Intanto la osserveremo amoreggiare con Charlize Theron in Atomica Bionda, e scusate se è poco.

boutella theron sex naked hot atomic blonde

La Mummia (Blu-Ray)

91TxbCiAoML._SL1500_

DAKOTA FANNING – THE TWILIGHT SAGA: NEW MOON (2009)

dakota-fanning-jane hot-new-moon Doverosa premessa: la saga letteraria di Stephenie Meyer è una puttanata, così come i film da essa derivati. Gli ultimi due vedono alla regia Bill Condon, prestanome dallo stile scialbo tipo David Yates in Harry Potter, che ha diretto il live action de La bella e la bestia e si appresta a girare La sposa di Frankenstein per il Dark Universe. Ovviamente non insulto un franchise per partito preso, anni fa ho letto i romanzi e visto le pellicole, e vi ho riscontrato il prototipo della storiella per ragazzine arrapate che però non devono bagnarsi troppo, tra vampiri etici e sesso dopo il matrimonio, in perfetta linea con l’imperante puritanesimo statunitense. Non riesco proprio a tollerare che si possa ridurre uno dei mostri più celebri di sempre a una macchietta che brilla al sole come uno swarovski. Fortunatamente ci sono delle piccole consolazioni, come la Jane di Dakota Fanning, che ultimamente compare sempre meno in produzioni di rilievo, mentre la sorella Elle (preferita dal sottoscritto) inizia davvero a spaccare.

xX2lgcH

Nella saga, la Fanning è una vampira adolescente dai poteri temibili, membro dell’antica famiglia dei Volturi. Se non altro, in mezzo ai cliché giovanili, emerge qualche personaggio valido, dai modi aristocratici e  dall’umorismo malato come nella migliore tradizione vampiresca. Jane ha il potere di infliggere atroci dolori con la forza del pensiero. Una peculiarità che si amalgama a meraviglia con la fisionomia algida di Dakota, che si presenta con occhi rossi e pelle color porcellana. L’attrice ormai ha più di vent’anni ed è cresciuta davvero bene, si vede che è passato del tempo da quando impersonava la figlia urlante di Tom Cruise. Già qui si notano i suoi punti di forza, la capacità di trasmettere un misto di innocenza e sadismo. Nemmeno quando sta torturando qualcuno perde la propria compostezza, come se fosse un gioco perverso, una componente della sua natura. Se volete vederla più spigliata recuperatevi Very Good Girls, dove fa il bagno nuda con quell’altra gnocca di Elizabeth Olsen. Ma vi avverto, si vede ben poco. Purtroppo.

very good girls naked olsen fanning hot

Very Good Girls

NATALIA VODIANOVA – SCONTRO TRA TITANI (2010)

coyLP2GOCoemYveyk9j7D_GM1IM

Il dittico Scontro tra titani e La furia dei titani rappresenta al meglio quel filone hollywoodiano del peplum senza cervello, dove la mitologia ellenica viene riadattata con molte libertà per mettere in campo dèi, semidèi e creature mostruose. Un analogo esempio può essere Immortals di Tarsem Singh, tutto stile e niente contenuto (ma almeno aveva dentro quella gnoccona di Freida Pinto). Nella saga dei Titani abbiamo un inebetito Sam Worthington nei panni di Perseo, impegnato a picchiarsi ferocemente con divinità e bestie per salvare il mondo. Tra queste c’è Medusa, impersonata dalla supermodella russa Natalia Vodianova.

natalia-vodianova-hot_naked

C’è solo una cosa migliore di una modella figa, ed è una modella figa con tratti mostruosi (vedasi l’Incantatrice di Cara Delevingne, scolpita nel mio cuore). La Medusa della Vodianova compare per pochi minuti ed è costruita con una CGI mediocre, ma la bellezza dell’attrice riesce a trasparire lo stesso, esprimendo ferocia e sensualità. Viene classicamente rappresentata con coda e capelli serpentini, sguardo pietrificatore e arco in dotazione. Le bocce e il bel visino sono lì a deliziarci, incuranti del make up digitale. Peccato che il personaggio faccia una brutta fine in tempo record. Dispiace anche che Natalia non compaia in altre produzioni hollywoodiane, preferendo sfornare figli a ripetizione (senza che le gravidanze, almeno per ora, abbiano intaccato il suo fisico statuario).

71SXtqG5z9L._SL1024_

ALICE KRIGE – STAR TREK: PRIMO CONTATTO (1996)

 7fca0000a85402825da71433eaa028cc

Come molti avranno intuito, sono sempre stato un tipo più da Star Wars che da Star Trek, preferendo il racconto galattico di cappa e spada (laser) alla diplomazia e filosofia. Ciononostante mi sono gustato gran parte della serie classica, di The Next Generation e qualcosina di Deep Space Nine, oltre ai vari lungometraggi, apprezzando anche la nuova timeline di J. J. Abrams. Primo Contatto, che prosegue le avventure del capitano Picard (Patrick Stewart) e compagnia, mi è rimasto impresso come uno dei migliori film dedicati al franchise. Il viaggio nel passato, un cast solido e dei cattivi intimidatori come i Borg hanno fornito a questo episodio le carte vincenti. E poi c’è Alice Krige, attrice veterana, nelle vesti della Regina Borg, cattivona inquietante e che fa riflettere.

9618

La Regina Borg è il fulcro della mente collettiva che guida i singoli individui di questa razza, proprio come in un alveare. La cosa che stupisce maggiormente è come, nonostante sia in gran parte cibernetica, la Regina sfrutti come arma la sensualità per portare l’androide Data (Brent Spiner) dalla sua parte. Oltre a mettere in scena elementi affini al cinema di Cronenberg, cioè la fusione (anche erotica) tra uomo e macchina, questo film mette in scena un personaggio femminile fuori dagli schemi, creando un torbido rapporto tra entità umanoidi: i Borg sono considerati privi di emozioni e carnalità, completamente artificiali, eppure l’arma della loro comandante suprema corrisponde ancora alle pulsioni più primitive dell’essere umano, che a quanto pare si possono persino programmare. Resistere è inutile, verrete assimilati.

Star Trek – Primo contatto (versione cinematografica)

515l2ZRPzJL

Il quarto capitolo si chiude qui per permettervi di sbollire, sperando che le righe siano terminate più velocemente della vostra birra. Continuate a leggerci e, se vi mancano, recuperate gli articoli precedenti. Dopo un periodo di pausa torneremo con un nuovo squadrone di creature bonazze, pronte a farvi perdere la testa.

Se ve li siete persi…

LE 5 DONNE MOSTRUOSE: QUANDO LA BELLA È LA BESTIA

LE 5 DONNE MOSTRUOSE – PARTE 2

LE 5 DONNE MOSTRUOSE – PARTE 3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...