VENEZIA 76: SEBERG la pulzella d’Hollywood

Recensione del film fuori concorso alla Mostra del Cinema di Venezia prodotto da Amazon Studios e Universal Pictures di Matteo Berta Kristen Stewart interpreta Jean Seberg, icona della Nouvelle Vague e nello stesso tempo figura emblematica di uno star system che iniziava ad inglobare a livello mediatico i “VIP” a tutto tondo. Seberg era la fidanzatina…

STANLIO E OLLIO – Biopic all’acqua di rose

Le memorie di due comici sul viale del tramonto. di Alessandro Sivieri Al centro della scena vediamo un paio di porte. Due personaggi entrano ed escono da esse più volte, senza incrociarsi mai. Due amici affiatati che fingono di non riuscire a trovarsi per farci divertire. Si vede che lavorano insieme da parecchio e forse,…

TED BUNDY – Da serial killer a showman

Il fascino criminale di Zac Efron. di Alessandro Sivieri I mostri con fattezze umane come assassini e rapinatori emanano talvolta un sinistro carisma che irretisce le masse. Approfittando di questa formula, la sovraesposizione mediatica dei mezzi di informazione e la produzione d’intrattenimento (film e serie tv) mitizzano la figura del fuorilegge, che viene messo su…

GREEN BOOK – Quasi amici on the road

Viggo Mortensen italoamericano, il pianista di colore e gli Stati del Sud. di Alessandro Sivieri Dal veterano delle commedie Peter Farrelly (quello dietro a Tutti pazzi per Mary e Scemo & più scemo) arriva un road movie nell’America rurale degli anni ’60, quando vigeva la segregazione razziale e il costume popolare guardava con un misto di…

BOHEMIAN RHAPSODY – LA MARCHETTA DILIGENTE

La genesi dei Queen e di Freddie Mercury in un biopic ben dosato. di Alessandro Sivieri Con travagli produttivi ai livelli di Solo: A Star Wars Story, il rischio di fallimento per un biopic sul leggendario frontman dei Queen stava già entrando dalla porta sul retro. Continui rimandi, l’ingerenza dei membri della band, l’abbandono dell’attore Sacha Baron…

TRE FILM A SCADENZA BREVE

La genesi delle pellicole usa e getta. di Alessandro Sivieri Nonostante i gusti personali, dobbiamo riconoscere che un film è figlio del suo tempo. A prescindere dalla qualità in sé, bisogna individuare il contesto temporale e culturale di un’opera per formulare un giudizio completo. Se ignoriamo questi fattori, la scrittura di una pellicola commerciale è unicamente…