VENEZIA 76: Cosa amo di MARRIAGE STORY?

Recensione del film di Noah Baumbach in concorso alla settantaseiesima Mostra del Cinema di Venezia. di Matteo Berta Le famiglie non sono tutte uguali, ma c’è un elemento che accomuna quella del mulino bianco al “peggiore” dei nuclei disfunzionali: i sentimenti. Il film Netflix presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, racconta di come i…

STRANGER THINGS 3 – Back to the ’80s, tra cose strane e tanto horror

Tempo di tornare nel ɐɹdosoʇʇos: con la terza stagione di Stranger Things riscopriamo le atmosfere degli anni’80, assieme a tanto, tanto horror. di Cristiano Bolla Vaglielo a spiegare a Raf che la risposta alla sua domanda “Cosa resterà di questi anni ’80?” alla fine è “praticamente tutto“, specie grazie ad una serie diventata vero e…

DARK S2 – È la miglior serie di sempre sui viaggi nel tempo?

Da Netflix Germania arriva la seconda stagione di Dark. Svanito il paragone con Stranger Things, resta uno dei migliori prodotti sui viaggi nel tempo. di Cristiano Bolla Numero di episodi: 8. Tempo di visione: 400 minuti circa. Tempo necessario per un recap prima di iniziare la seconda stagione: tre settimane. E senza esagerare! Trascorso un…

BLACK MIRROR – Quinta stagione: il futuro è oggi

Sei mesi dopo l’uscita dell’esperimento di interattività Bandersnatch, Black Mirror torna nel suo formato originale con tre episodi. Ecco la nostra recensione. di Cristiano Bolla Chi lo sa se questa quinta stagione di Black Mirror si salverà dal furore popolare che sembra non apprezzare più nessun tipo di prodotto. Critiche – feroci, sopra le righe…

TED BUNDY – Da serial killer a showman

Il fascino criminale di Zac Efron. di Alessandro Sivieri I mostri con fattezze umane come assassini e rapinatori emanano talvolta un sinistro carisma che irretisce le masse. Approfittando di questa formula, la sovraesposizione mediatica dei mezzi di informazione e la produzione d’intrattenimento (film e serie tv) mitizzano la figura del fuorilegge, che viene messo su…

THE SILENCE: Ah ma non è A Quiet Place?

Recensione del nuovo monster movie targato Netflix. Sabrina senza magia e senza udito nella grotta di Batman. di Matteo Berta Il collega Carlo, nella recensione di Bird Box (BIRD BOX – Perché il mostro invisibile funziona) ipotizzava un terzo film della trilogia involontaria iniziata con A Quiet Place, dove i mostri colpivano solamente chi restava…

Il Bestiario di LOVE DEATH + ROBOTS

Tutti i mostri della nuova serie d’animazione Netflix. di Matteo Berta Questa antologia animata della famosa piattaforma streaming arriva direttamente a colpirti nella parte centrale dello stomaco e si presenta come un Black Mirror d’animazione. Le tematiche sono leggermente diverse, ma quel senso di disagio interiore e partecipazione emotiva vengono mantenuti e con grande piacere da…

LOVE, DEATH & ROBOTS – Ma anche alieni, mostri e Adolf Hitler

La recensione di Love, Death & Robots, serie antologica d’animazione creata da Tim Miller, piena di mostri. di Cristiano Bolla Netflix le prova tutte: dopo l’esperienza di Bandersnatch, la piattaforma streaming lancia un nuovo prodotto insolito nel panorama “televisivo”, una serie di cortometraggi d’animazione di genere fantascientifico che già dal titolo fa intuire come nel…

GODZILLA 3: THE PLANET EATER – Finalmente la Bellezza è rivelata

Recensione del terzo ottimo capitolo del Godzilla di Netflix. di Matteo Berta Dopo un primo capitolo poco convincente (GODZILLA: Il Pianeta dei Mostri), il secondo episodio della trilogia realizzata da Toho Animation e Polygon Pictures sembrava aver ingranato la marcia giusta, ma alcune scelte (comunque comprensibili) avevano fatto storcere il naso agli appassionati storici del…

BLACK MIRROR: BANDERSNATCH – Tutte le scelte e i finali

Abbiamo visto e rivisto il primo film interattivo di Netflix, Black Mirror: Bandersnatch. Tante scelte, molti finali: ecco uno schema per orientarsi. di Cristiano Bolla Dunque, la situazione è questa: sono le due del mattino e sto cercando di finire il diagramma di flusso su cui sto lavorando dalle quattro di questo pomeriggio. Non riesco…

Mowgli: Il Libro della Giungla per Adulti

l piccolo Mowgli torna ad abitare la giungla in un film che nonostante le pessime aspettative e i problemi legati agli effetti speciali “discutibili”, funziona, esso è molto dark, non adatto ad un pubblico di bambini, ma la regia è presente e la sceneggiatura funziona molto meglio della precedente rivisitazione di Jon Favreau.